Thursday 21 January

Home / Polesine Gol / Italia saluta Paolo Rossi; bene Gotti-UD e Adriese a Chions

Italia saluta Paolo Rossi; bene Gotti-UD e Adriese a Chions

15 Dicembre 2020
Commenti 0
Visite 187

Dopo che a fine novembre ci ha lasciato il mitico Diego Armando Maradona, adesso in questo dicembre ci ha lasciato improvvisamente Paolo Rossi ( perciò in cover assieme) , in un periodo difficile per tutti  e per il calcio, perché causa Covid gioca solo nel Mondo Prof e senza pubblico, mentre a livello CND possiamo raccontare solo quello che è successo questa settimana in Serie D, visto che sono sempre fermi tutti gli altri campionati dilettantistici
E allora, prima di passare alla consueta panoramica settimanale dai ‘campi di calcio’, dalla  Serie A appunto fino al focus particolare sulla SERIE D, onoriamo la scomparsa di Paolo Rossi, il nostro ‘Pablito per sempre’, capocannoniere dell’Italia di Enzo Bearzot,  Campione del Mondo in Spagna nel 1982.
E lo onoriamo in modo più ampio in calce, dedicandogli il nostro tradizionale “Pensierino finale e Curiosità”.
Ma qui in preambolo mi piace sottolineare che i nostri lettori troveranno su Paolo Rossi più di qualche confidenza raccontata dal sottoscritto sul sito www.polesinesport.it nelle ‘storie’ di quei Personaggi che abbiamo raccontato in modo speciale; da Paolo Dal Fiume con cui Pablito ha giocato a Perugia a Corrado Rodighiero che nel raduno della Nazionale Giovanile era in ‘camera’ proprio con Paolo Rossi, senza contare il tajante Patrizio Bonafè che ha giocato con Paolo Rossi nel Lane Rossi Vicenza di GB Fabbri, l’allenatore che ha ‘reinventato’ l’ala Paolo Rossi in centravanti.
Senza contare anche le varie foto che i nostri lettori troveranno ‘agganciati’ ad alcuni eventi che hanno coinvolto varie società ed amici polesani. Da quelli del Grande Contarina epoca di Imo Scabin gran segretario a quelli di Rovigo dove Paolo Rossi ha giocato l’amichevole col Perugia ( epoca di Dal Fiume e mr Castagner) , poi quelli di Porto Tolle dove ha giocato un’amichevole col Verona di Osvaldo Bagnoli ( l’ultima squadra di Pablito), fino alle foto della ‘recente cittadinanza onoraria ricevuta da Paolo Rossi in Municipio a Vicenza ( lì le foto me le hanno mandati i nipoti dei mitici Fratelli Aldo e Dino Ballarin).
A questo punto partiamo dalla nostra consueta rassegna settimanale sul ‘calcio giocato’ , partendo da una SERIE A che ha confermato tutte le potenzialità delle squadre da alta classifica.
Vedi la capolista Milan di mr Pioli che ha dominato contro il Parma, colpendo più volte la traversa e sfiorando più volte il gol, ma che ha dovuto rincorrere un doppio svantaggio e agganciare il pari 2-2 in pieno recupero grazie a Theo Hernandez autore della doppietta milanista.
Così il Milan si conferma capolista, avvicinato però a -3 dall’Inter di mr Conti vincente 3-1 a Cagliari in sorpasso finale con le reti di Barella ( 77’)  , D’Ambrosio (84’) e Lukaku ( 94’ , col portiere sardo in avanscoperta in area interista).  
Restano in tandem al terzo posto la Juventus (winner 3-1 e doppio rigore trasformato da CR7 in trasferta vs Genoa) e il Napoli (vincente in casa allo stadio ‘Maradona’, in sorpasso sulla Sampdoria con reti di Lozano e Petagna-testa).
Peraltro restano in scia il Sassuolo di De Zerbi che ha vinto 1-0 su rigore vs Benevento ringraziando però le paratone del suo portiere Consigli) e poi la Roma di mr Fonseca che ha maramaldeggiato 5-1 in trasferta a Bologna, coi i rossoblu di Mihajlovic decimati dal Covid.
Da elogiare, però appena fuori zona Play off, la vittoria del Verona di mr Juric , per 2-1 sbancando la Lazio all’Olimpico di Roma ( che …potrebbe diventare stadio Paolo Rossi visto le proposte by 90° minuto) , ma anche quella dell’Atalanta di mr Gasperini  per 3-0 ( Papu Gomez ancora in panchina) dominando la Fiorentina di Prandelli ( aveva messo in panchina sia Ribery che Callejion) .
Risultati tutti come da pronostico peraltro, mentre era più difficile la vittoria dell’Udinese di mr Luca Gotti , bravo a vincere 3-2 in trasferta vs Torino di mr Giampaolo, andando in doppio vantaggio con Pussetto e De Paul, facendosi agganciare da Belotti e Bonazzoli, prima del gol decisivo di Nestorovski che manda l’Udinese nella parte sinistra della Classifica grazie alle recenti “tre vittorie consecutive”.
Nella parte destra della Classifica… resta ultimo il Crotone di mr Stroppa, ma va sottolineato che ha avuto un ottimo colpo di coda battendo 4-1 il La Spezia di mr Vincenzo Italiano, capitalizzando la doppietta di Messias …di nome e di fatto visto che ha aperto e chiuso le marcature dei locali.
Detto che si giocherà il turno infrasettimanale, passiamo alla SERIE B, con attenzione speciale alle squadre venete.
E allora diventa importante la vittoria del Cittadella di mr Venturato, anche perché frutto del 2-0 contro la Spal , una diretta concorrente in zona play off, dove invece il Venezia ha fatto rallenty visto la sconfitta interna 0-2 vs Monza ( dove è prossimo l’esordio di Mario Balotelli). Come diventa importante verso zona play off la vittoria per 3-0 del Chievo VR vs Reggina.
Detto che in vetta resta prima la Salernitana anche se ha perso 3-1 a Brescia, segnaliamo che si conferma secondo l’Empoli che , grazie al poker di Mancuso, ha vinto 5-2 in trasferta a Chiavari vs Entella ( fanalino di coda). Restano peraltro appaiate in zona play off al terzo posto Lecce e Frosinone che hanno impattato 2-2 tra di loro.
Passando a zona play out segnaliamo innanzitutto a vittoria esterna del Vicenza (dedicata a Paolo Rossi) per 3-2 in trasferta a Pescara dove tra i locali ha giocato da titolare il polesano Fabio Maistro.
Da segnalare a completamento in chiave salvezza i seguenti altri risultati di giornata:  
Cosenza – Reggiana 0-1 ; Cremonese – Ascoli 3-3 , infine Pisa – Pordenone 1-0.
Restando nel Calcio Professionistico, guardiamo a ciò che è successo in SERIE C, Girone B, dove in vetta continua il trend positivo della capolista Sudtirol di mr Vecchi, bravo a vincere 1-0 vs Legnago Salus e nel contempo staccare il Padova.
Sì, perché nel posticipo del lunedì il Padova di mr Mandorlini non è andato oltre lo 0-0 contro la Triestina di mr Pillon.
Restando in tema veneto segnaliamo il pareggio 2-2 tra Perugia e Virtus Vecomp VR di mr Fresco, con i veronesi bravi ad andare in doppio vantaggio con gli ex adriesi Marcandella e Delcarro (entrambi premiati da 7 in pagella su La Gazzetta dello Sport).
Detto che resta ultimo l’Arezzo perdente 0-1 vs Modena, segnaliamo a completamento con implicazioni play out i seguenti altri risultati: Carpi – Gubbio 2-2, Fan – Feralpi Salò 1-1, Fermana – Ravenna 2-2, Imolese – Vis Pesaro 1-2, Mantova – Cesena 0-4, infine Sambenedettese – Matelica 2-3.
Questa settimana, con riferimento alla SERIE D, voglio partire dal significativo titolo de La Gazzetta dello Sport perché recita “Una ripartenza con 33 rinvii. Vince il Siena , Campobasso ok “.
E perché poi la ROSA quando parla del Girone C scrive che ‘comanda’ Porto Tolle ( ndr, non scrive Delta Porto Tolle) nonostante lo 0-4 con la Manzanese, così come nl Girone H comanda il Sorrento pur dopo il 3-4 con il Lavello di Zeman jr.
Per una domenica da SERIE D, Girone C, raccontata anche by Delta Radio, nella trasmissione domenicale condotta  da Salvatore Binatti in studio con ospiti Massimo Bovolenta ( dg Loreo) e mister Mario Vittadello ( ex mister Union Clodiense Chioggia Sottomarina).
Ovviamente con diversi collegamenti dai campi, in particolare Luca Crepaldi ( de Il Gazzettino) e Roberto Pizzoli ( sindaco di Porto Tolle) a commentare l’amara sconfitta 0-4 patita in casa dalla capolista Delta PT di mr Andrea Pagan contro la Manzanese.
Per la cronaca proprio Il Gazzettino riporta così tra titoli e sottotitolo le dichiarazioni post match di mr Pagan :<< Abbiamo perso la fame da prima della classe>> ; sottolineando altresì “ Due errori nostri nei momenti decisivi”.
E’ andata meglio sul piano delle soddisfazioni la cronaca ‘esterna’ ( versione streaming) di Olivo Frizzarin che ha spiegato la vittoria per 2-0 dell’Adriese di mr GL Mattiazzi con reti di Giacomo Marangon ( il golden boy…è sempre lui) e Rosati a Chions.
In una domenica con diverse partite sospese causa problematiche Covid ( vedi Trento – San Giorgio Sedico; Ambrosiana – Luparense, Campodarsego – Virtus Bolzano, Este – Montebelluna ) va segnalato la importante vittoria -rilancio dell’Arzignano Val Chiampo ( per 2-0 vs Cartigliano, quindi la vittoria per 1-0 del Belluno ( ha anche sbagliato un rigore Carpanese vs Mestre), poi la vittoria esterna della squadra di Chioggia ( in trasferta per 2-2 a Feltre) , mentre è finita salomonicamente 2-2 la sfida tra Cjarlins Muzane ( a secco il neo acquisto Dario Sottovia, ex San Giorgio Sedico) contro il Caldiero Terme.

PENSIERINO FINALE & CURIOSITA’ / ONORIAMO LA SCOMPARSA DI PAOLO ROSSI, IL PABLITO ICONA DELL’ITALIA CAMPIONE DEL MONDO IN SPAGNA ( 1982)
Ci ha lasciato in punta di piedi, con quella grazia che l’ha visto segnare “Tre-Gol-Tre” al Brasile. Addio Pablito, eterno ragazzo ‘col sorriso’, che anche il sottoscritto ha avuto la fortuna di conoscere da vicino, così come tanti perché Paolo era ‘alla mano con tutti e ti salutava per primo’. Era amato da tutti, Paolo Rossi, ed ha trasmesso affetto a tutti. Lo dimostra la serenità e la forza con cui sua moglie Federica l’ha accompagnata con tanta discrezione nel suo ultimo viaggio, fatto di sofferenza con Paolo che non ha dato ‘segnalazione’ pubblica di quanto soffrisse.
Ma quanto sia stato e sia amato Paolo Rossi lo ha dimostrato, oltre ai tanti messaggi di affetto, anche la straordinaria passione dei suoi compagni “Campioni del Mondo” con l’Italia 1982, che oltretutto hanno voluto ‘accompagnarlo’ portando sulle loro spalle la sua bara, tra il pianto di tutti, compreso tanti che lo hanno voluto salutare guardando ‘fino all’ultimo minuto’ tutta la cerimonia funebre trasmessa in diretta anche su Rai 2 dal Duomo di Vicenza.
Per ora vale la pena di ricordare che la moglie Federica, accompagnata dalle figlie Maria Vittoria e Sofia Elena, ha partecipato anche alla cerimonia pubblica sul campo di Vicenza (sabato) e di Perugia (domenica), le due città in cui Paolo Rossi è diventato presto ‘Campione’ prima di passare alla Juventus e diventare poi “Pablito” Campione del Mondo con l’Italia di Enzo Bearzot ai Mondiali di Spagna 1982.
Adesso Paolo Rossi riposa nella sua terra di Toscana e …nei cuori  di tutti noi che lo ricorderemo “Pablito per sempre” , ma anche come il Signor Paolo Rossi “il ragazzo dell’eterno sorriso”.
(Sergio Sottovia)

Condividi
Commenti
Scrivi il tuo commento
I tuoi dati saranno trattati nel rispetto della privacy.
ISI Cooking
ISI Cooking

Ciambellone ai mirtilli

15-01-2021
Fois Solutions 2.22
FOIS SOLUTIONS 2.22

Foisolutions 2.22 15-01-2021

15-01-2021
Fois Solutions 2.22
FOIS SOLUTIONS 2.22

Foisolutions 2.22 11-12-2020

11-12-2020
ISI Cooking
ISI Cooking

Brasato avvolto nella pancetta con chicchi d'uva e ribes

11-12-2020
ISI Cooking
ISI Cooking

Pasta con fonduta do gorgorzola radicchio e noci

04-12-2020
Fois Solutions 2.22
FOIS SOLUTIONS 2.22

Foisolutions 2.22 15-01-2021

15-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Figc Veneto rielegge pres Ruzza; in D l’Adriese sbanca Este

12-01-2021
ISI Cooking
ISI Cooking

Ciambellone ai mirtilli

15-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Befana 2021 e Adriese in 10 batte Belluno; rallenty Trento

08-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Feltre e Trento bloccano Adriese, covid-19 ferma Delta PT

21-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Feltre e Trento bloccano Adriese, covid-19 ferma Delta PT

21-01-2021
ISI Cooking
ISI Cooking

Ciambellone ai mirtilli

15-01-2021
Fois Solutions 2.22
FOIS SOLUTIONS 2.22

Foisolutions 2.22 15-01-2021

15-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Figc Veneto rielegge pres Ruzza; in D l’Adriese sbanca Este

12-01-2021
Polesine Gol
Polesine Gol

Befana 2021 e Adriese in 10 batte Belluno; rallenty Trento

08-01-2021